Greenways Dannunziane

Vivere la Riserva significa anche conoscere e visitare i suoi tesori naturalistici e paesaggistici senza nuocere all’ecosistema peculiare della pineta. Pertanto la formula di qualità sostenibile deve necessariamente basarsi su un rapporto appropriato ed equilibrato tra demografia, risorse e comportamenti umani. Tali interdipendenze dinamiche, se ben governate, offrono un efficace tutela naturalistica ed ambientale, un feedback virtuoso nella filiera produttiva di beni e servizi in favore del turista e dell’ambiente naturale che lo accoglie.
Grazie al progetto Greenways Dannunziane sarà possibile avvicinarsi a questi tesori e fruire del territorio protetto senza arrecare danno. Si è scelto quindi di puntare sulla mobilità pedonale e ciclabile che si riferisce in generale alla lentezza, del passeggiare, del pedalare, del vivere gli spazi pubblici, enfatizzando le differenze con una mobilità meccanizzata, invasiva e frenetica, anche in considerazione dell’utenza che prevalentemente fruisce della Riserva.
Le Greenways Dannunziane rientrano coerentemente nel sistema di trasporto urbano sostenibile ed hanno un carattere fortemente inclusivo poiché consentono a soggetti portatori di handicap di godere appieno dei valori paesaggistici, storico-culturali ed ambientali della Riserva tramite mezzi di locomozione ecologici disponibili presso il centro di accoglienza allestito all’interno dell’Aurum.

I nuovi percorsi in “mobilità dolce”

Grazie al sistema della “mobilità dolce” introdotto con il progetto Greenways Dannunziane – in linea coerente con i nuovi indirizzi strategici per il governo del territorio della Città di Pescara – è stato riorganizzato e realizzato un sistema di viabilità all’interno della Riserva Integrale Pineta Dannunziana che garantisce qualità nell’accoglienza del visitatore. Questo per far apprezzare e rispettare in maniera sostenibile i luoghi protetti, e speciali, a tutti i fruitori dell’area soprattutto ai disabili.
Al centro del sistema, cui confluiscono le reti viarie principali, si trova l’edificio noto come “AURUM” adibito a struttura espositiva museale ed opportunamente attrezzato come nodo di partenza dei percorsi e come punto di presa dei veicoli “Green” quali: bici a pedalata assistita e veicoli 4×4 per utenze con difficoltà motorie. In particolare, per utenti con handicap uditivi e visivi, sono stati predisposti sentieri “sensoriali” attrezzati con opportuni sistemi di supporto correlati a stazioni QR Code disposte nei luoghi di interesse naturalistico e culturale.

PERCORSO CICLABILE

La nuova pista ciclabile costeggia il Laghetto e si snoda all’interno della Riserva attraverso i luoghi più suggestivi, consente di pedalare con lentezza così da facilitare la scoperta delle bellezze nascoste all’interno dell’Area Protetta. Un esperienza da fare da soli o in compagnia, adatto a gruppi e anche ai bambini.

PERCORSO NATURALISTICO

Il Percorso storico naturalistico delle Greenways Dannunziane offre numerose occasioni di osservazione naturalistica: si spazia dall’ambiente lacustre del laghetto, alle specie animali, alle specie vegetali presenti nell’area protetta, fino all’osservazione dei canali costruiti anni addietro per la bonifica della zona oggi facente parte integrante dalla Riserva. Il sentiero percorre quasi tutta l’area protetta ed è attrezzato con stazioni QR-Code per consentire al visitatore di documentarsi meglio su ciò che si sta osservando, accostando alla visita vera e propria anche un apprendimento esperienziale digitale.

PERCORSO PROTETTO

Una delle categorie più penalizzate quando si parla di percorsi naturalistici è quella dei disabili ai quali sono interdette, purtroppo, molte delle possibilità offerte alle persone più fortunate. Questa considerazione è la base ispiratrice del “Percorso Protetto” che il Comune ha voluto implementare all’interno dell’Area Protetta proprio per dare a tutti la possibilità di godere appieno delle bellezze e della natura del luogo attraverso un percorso dedicato e separato dagli altri.

PERCORSO SALUTE-PODISTICO

Per tenersi in forma svolgendo attività podistica immersi nel verde o per fare esercizi a corpo libero, o semplicemente per rilassarsi e godere al meglio degli spazi verdi offerti dalla Riserva potete utilizzare questo circuito. Accessibile da ben 8 ingressi diversi, il “Percorso Salute-podistico”, offre la possibilità di costeggiare le zone più caratteristiche della Riserva offrendo anche spazi per svolgere esercizi fisici che contribuiscono a migliorare il benessere e lo sviluppo motorio di chi ne fruisce.